Milan, Inzaghi placa la polemica di Stephan El Shaarawy

Filippo Inzaghi risolve il primo problema da allenatore con una classe da mister consumato. Ad El Shaarawy, Super Pippo risponde: «Anch’io mi arrabbiavo quando non giocavo, si vede che ha preso da me. Mi sarei arrabbiato se avesse detto che era contento», limita così la polemica l’allenatore del Milan, «l’importante è che la voglia di giocare venga dimostrata anche durante gli allenamenti».

El Shaarawy, ormai è un anno che è in crisi, il giocatore nelle ultime partite ha giocato solo 15’ contro il Chievo dopo due match da spettatore seguiti dalla disfatta con la Juve. Dopo il bastone, Pippo dovrebbe usare la carota oggia Verona. Lì dove l’ex bomber Pippo divenne Super con 13 golin B vent’anni fa esatti:«Menez e Bonaventura non hanno i 90’ nelle gambe: valuterò se farne giocare solo uno o nessuno», dice mister Inzaghi che ha anche il dubbio Diego Lopez.

A centrocampo invece ci sarà Essien che prenderà il posto di De Jong, Alex-Rami è la coppia centrale con Mexes non convocato. Questa scelta, potrebbe significare che la società sta pensando ad una sua cessione.

Per quello che riguarda invece Berlusconi, il presidente ha promesso che se la squadra sarà in zona Champions, lui acquisterà dei rinforzi: «Il patron mi ha dato 8? Mi vuole bene», scherza Pippo e guarda alla classifica: «Dobbiamo mettercela tutta perché ci sono scontri diretti tra le altre, non possiamo stare senza Europa».

Add a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *